Xanten

Antichità, Medioevo e saga dei Nibelunghi a Xanten convivono. Più di 2000 anni fa i Romani si insediarono qui. Fondarono il campo legionario di Castra Vetera, che successivamente divenne la colonia di Ulpia Traiana. Nel V secolo la colonia fu distrutta. Oggi è stata in parte ricostruita e può essere visitata all'interno del parco archeologico di Xanten. Altri luoghi di interesse sono, tra gli altri, le mura della città, l'anfiteatro, le terme e il Tempio del Porto.

Alla dominazione romana seguì la spiritualità che caratterizza la nascita dell'odierna Xanten. Risale a quest'ultimo periodo il centro storico medioevale della città che comprende: la cattedrale gotica di San Vittore, la Torre di Cleve, la Certosa e altri edifici storici come il Mulino di Sigfrido e Crimilde. Gli ultimi due nomi rimandano a Xanten, la città della saga. Secondo la leggenda, Sigfrido, l'eroe della canzone dei Nibelunghi, sarebbe nato qui.